L’Italia nello Spazio con l’ ESA

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram

Si rafforza il ruolo dell’ italia all’interno dell’ Esa , l’Agenzia Spaziale Europea , grazie alla presenza dell’onorevole  sottosegretario  Riccardo Fraccaro  al Consiglio Ministeriale Esa dello scorso Novembre a Siviglia.  In terza posizione dopo  Germania e Francia ,  l’Italia  sottoscrive un contributo di 2,282 miliardi di euro per la ricerca in ambito spaziale.

Cosa comporta questo per il nostro  Paese?

Secondo Carlo Massagli , segretario del Comitato Interministeriale per le politiche relative allo spazio e all’aerospazio e presidente della Struttura di Coordinamento istituita alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ,  questo consentirà di valorizzare le  aree di eccellenza e sostenerne la competitività nel mercato globale. Sottolinea inoltre Massagli che l’attività in Esa deve essere inquadrata in un più ampio e articolato quadro strategico che preveda differenti linee di intervento, tra loro complementari e sinergiche: la programmazione delle attività spaziali in Unione Europea, quella nazionale, e i programmi che saranno sviluppati in cooperazione bilaterale con importanti partner (in primis gli Usa, ma anche Israele, Russia, Argentina, Francia, etc.).

Cos’è l ESA?

L’Agenzia Spaziale Europea è la porta di accesso allo spazio per l’Europa. La sua missione consiste nello sviluppo delle capacità spaziali europee e nella garanzia che gli investimenti effettuati per la conquista dello spazio continuino a produrre vantaggi e ricadute positive per tutti i cittadini europei.

L’ESA è un’organizzazione internazionale, con 22 Stati Membri. Grazie alla coordinazione delle risorse finanziarie e intellettuali dei suoi membri, l’Agenzia è in grado di intraprendere programmi e attività ben superiori a quelli possibili alle singole nazioni europee.

Stabilimento dell’ESA in Italia : ESRIN

Situato a Frascati, in Italia, ESRIN – noto come ESA Center for Earth Observation – è uno dei cinque centri specializzati ESA situati in Europa.
Le operazioni di missione e payload dei satelliti di osservazione della Terra dell’ESA sono gestite qui e ESRIN è la fonte principale per l’acquisizione, la distribuzione e lo sfruttamento dei dati da questi e altri satelliti non ESA.

All’interno di ESRIN, un ruolo chiave nello sforzo spaziale europeo è stato intrapreso con lo sviluppo del nuovo piccolo lanciatore, Vega, che ha intrapreso il suo viaggio inaugurale nel febbraio 2012.

ESRIN progetta e sviluppa tutto il software ESA per applicazioni aziendali ed è responsabile dello sviluppo di misure di sicurezza per programmi spaziali classificati.
Anche l’European Center for Space Records (ECSR) ha sede presso ESRIN. L’ECSR valuta e conserva le preziose registrazioni tecniche dei progetti ESA completati insieme ai loro archivi di gestione per salvaguardare queste preziose conoscenze per le generazioni future.

Infine, ESRIN ospita il Centro di coordinamento oggetti vicino alla terra dell’ESA. Il centro funge da punto di accesso centrale a una rete di fonti europee di dati sugli oggetti vicini alla Terra , e da fornitore di informazioni istituiti nell’ambito del programma SSA (Space Situational Awareness) dell’ESA.

 

Un gran numero di opportunità

“Con l’inizio della nostra campagna di reclutamento di nuovi membri del corpo astronauti diventa cruciale per l’ESA mantenere la capacità di attrarre i candidati migliori adatti a lavorare all’avanguardia della scienza e della tecnologia spaziale”, spiega Bettina Boehm, Capo delle Risorse Umane. “Siamo particolarmente interessati alle candidature presentate da esperti desiderosi di lavorare allo sviluppo di lanciatori e missioni correlate al volo spaziale umano, discipline scientifiche, telecomunicazioni, navigazione e osservazione della terra.”

Bettina Boehm, Capo delle Risorse Umane dell'ESA
Bettina Boehm, Capo delle Risorse Umane dell’ESA

Le specifiche aree di competenza su cui si focalizzano le iniziative di reclutamento sono:

  • gestione tecnica e della qualità:
    • progettazione di alimentazione e regolazione dell’energia
    • tracciamento, telemetria e comando
    • navigazione radio
    • progettazione di componenti ingegneria della telecomunicazione
    • software di bordo software di bordo

     

  • attività operative e infrastruttura:
    • progettazione delle attività operative
    • dinamiche di volo

Il nuovo servizio di annunci di lavoro

Per agevolare ulteriormente gli utenti e consentire loro di essere sempre aggiornati sulle ultime opportunità in queste e altre aree, l’ESA ha aggiunto uno strumento di comunicazione delle nuove offerte di lavoro alla pagina “Careers in space”, dedicata alla carriera in ambito spaziale.

È davvero facile usare questo servizio: per iscriversi è sufficiente digitare il proprio nome e indirizzo e mail e cliccare su Subscribe, L’ESA provvederà a inviare all’indirizzo e-mail indicato tutte le ultime offerte di lavoro non appena vengono pubblicate.

Sia che si faccia domanda per entrare nel corpo di astronauti dell’ESA o in uno dei team internazionali di esperti impegnati in progetti all’avanguardia, si compie il primo passo verso una carriera ricca di soddisfazioni presso un datore di lavoro di primo piano.

Con questo primo articolo dedicato al mondo della ricerca, ho voluto portare all’attenzione del lettore uno dei centri scientifici di eccellenza in Italia. Nei prossimi articoli saranno presentati altri centri di ricerca, alcuni settoriali come l’ ESA, altri multidisciplinari. Verranno infine elencate le opportunità lavorative-formative che essi offrono, fine ultimo di questa rubrica conoscitiva.

Fonti :
https://platinum-online.com/post/litalia-rafforza-il-suo-ruolo-nello-spazio
http://www.esa.int/About_Us/ESRIN

Valerio Tammariello

Valerio Tammariello

Laureato in Ingegneria Elettronica con una tesi sperimentale su Biosensori Plasmonici , specializzando in Nanotecnologie presso l'Università La Sapienza di Roma. Da sempre appassionato di Matematica, Fisica e Scienza in generale.

Ultimi

In primo piano